Tecnosol s.r.l. - tecnologie speciali al servizio dell'energia

Incentivi e fattibilitą

tecnico-economica

COGENERAZIONE >> INCENTIVI E FATTIBILITA' TECNICO-ECONOMICA

Tecnosol s.r.l. possiede gli strumenti necessari a poter realizzare un piano di fattibilità studiato su misura attorno alle specifiche dell'utenza per l'installazione di un cogeneratore. In questo modo l'utente può venire a conoscenza dell'entità dei risparmi economici che le macchine Energifera permettono di perseguire ed in quanti anni l'investimento iniziale è ripagato.

Il Decreto Legislativo 8 febbraio 2007, n. 20 di attuazione della Direttiva Europea 2004/8/CE ha introdotto il nuovo concetto di Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR), definendo nuovi criteri per la definizione della stessa, basati su un unico parametro: il PES (Primary Energy Saving). Le modalità operative per il riconoscimento CAR e i dati necessari per il calcolo del PES sono descritti nel DM 4 agosto 2011, che integra il Decreto Legislativo 8 febbraio 2007, n. 20.

I principali benefici che la legislazione attuale riconosce alla Cogenerazione ad Alto Rendimento sono:

- le agevolazioni fiscali sull’accisa del gas metano o GPL utilizzato per la cogenerazione (Decreto Legislativo 26 ottobre 1995, n. 504 aggiornato dal Decreto Legislativo 2 febbraio 2007, n. 26);

- la possibilità di ottenere i Titoli di Efficienza Energetica (Certificati Bianchi) in numero proporzionale al risparmio energetico conseguito. I Certificati Bianchi possono essere oggetto di scambio e contrattazione. In alternativa il beneficiario può richiedere il ritiro da parte del GSE dei Certificati Bianchi a cui ha diritto. Il prezzo di ritiro è quello vigente al momento dell’entrata in esercizio dell’unità e rimane costante per tutto il periodo di incentivazione;

- la possibilità di accedere al servizio di scambio sul posto dell’energia elettrica prodotta da impianti di Cogenerazione ad Alto Rendimento con potenza nominale fino a 200 kW (deliberazione dell’Autorità del 3 giugno 2008 – ARG/elt 74/08 e s.m.i.);

- la possibilità per gli impianti di cogenerazione abbinata al teleriscaldamento di accedere ai certificati verdi;

- la possibilità di applicare condizioni tecnico-economiche semplificate per la connessione alla rete elettrica, come definite dall’Autorità con la deliberazione n. ARG/elt 99/08.

- la precedenza, nell’ambito del dispacciamento, dell’energia elettrica prodotta da cogenerazione rispetto a quella prodotta da fonti convenzionali;

Certificati bianchi (Titoli di efficienza energetica)
I Titoli di Efficienza Energetica (TEE), o certificati bianchi, sono titoli negoziabili che certificano i risparmi energetici negli usi finali di energia. Il meccanismo dei Certificati Bianchi non si rivolge direttamente a tutti i consumatori finali di energia bensì a specifici operatori e soggetti professionali. Gli utenti finali (esclusi quelli con obbligo di nomina dell’energy manager), tuttavia hanno la possibilità di beneficiare in via indiretta dei ricavi conseguiti dalle ESCO (negoziando con queste ultime una percentuale di partecipazione) e in via diretta beneficiano del risparmio in bolletta a seguito della realizzazione dei progetti. Il valore dei Titoli di Efficienza Energetica dipende dagli esiti delle contrattazioni, che avvengono o sul mercato organizzato dal GME (Gestore Mercati Energetici), oppure in virtù di accordi bilaterali.


CONTATTACI PER UN'ANALISI DI FATTIBILITA' TECNICO- ECONOMICA


Marchi trattati

ENERGIFERA